WhatsApp Image 2016-08-08 at 08.06.52

Pellestrina 2016: Mao e Ardit vincono di misura. Si riapre la sfida per la storica.

Le supercampionesse tagliano per prime il traguardo dopo una lunga e serrata lotta con Schiavon e Scarpa, e per la prima volta nella stagione sembrano attaccabili.

Alla fine Mao e Ardit hanno vinto ancora, ma la vittoria stavolta se la sono dovuta sudare contro il viola di Schiavon e Scarpa che con classe ed esperienza conducono una gara stupenda, a lungo prime, vengono superate solo nel finale dopo una lotta spettacolare.

L’ultimo confronto prima della Storica.

La Regata di Pellestrina è l’ultima competizione prima delle selezioni della regata storica e si disputa nel cuore dell’estate, rappresenta “il clou” della stagione remiera.
Il campo di gara, molto suggestivo, è all’interno del canale di Pellestrina dove nella prima settimana d’agosto si svolge la festa della Madonna dell’apparizione.

La partenza: si formano due gruppi.

L’aria è tersa e un leggero scirocco muove i nastri delle regatanti pronte al cordino! Equipaggi agguerriti i numeri migliori “sotto terra” e “sotto i pali”.

Si parte a contraria e si creano subito due gruppi.  Quello vicino alla riva vede in testa il viola di Luisella Schiavon e Debora Scarpa, partite in acqua 1.  Debora è di Pellestrina ed è la campionessa del luogo, si sente il tifo per lei dalla riva e dai barchini, il viola è seguito da vicino dal bianco di Mao e Ardit patite con il 2.

Dall’altra parte Il gruppo sotto i pali vede in testa l’equipaggio canarin di Ragazzi e Tosi partite in acqua 9, e il rosa di Dei Rossi-Curto partite con l’8, tallonate dal celeste di Tagliapietra e Zane partite in acqua 7 e che alla fine avranno la meglio.

WhatsApp Image 2016-08-08 at 08.06.26

Il Taglio e il ricongiungimento.

La lotta è dura e al momento del taglio, si piazza in testa il viola di Schiavon-Scarpa, seguito dal bianco di Mao e Ardit, con dietro il canarin, il rosa e il celeste.
Le due Costantini che erano state protagoniste della lotta per le bandiere in tutte le precedenti regate questa volta mollano, complice un numero d’acqua non favorevole, arriveranno ultime consolandosi forse di aver conservato le energie per le selezioni della storica.
Altri equipaggi molto forti in selezione a cronometro come Davanzo-Caporal e Busato-Catanzaro, sembrano invece spegnersi in regata, mentre al contrario nella lotta per le bandiere si vedono spesso equipaggi classificati in selezione con il 4° o 5° tempo. Cosi accade a Tagliapietra Zane che inaugurano a Pellestrina la loro stagione 2016 con una bandiera azzurra, mostrandosi competitive in regata anche se non ottime alla prova del cronometro.

“Il giro del paleto” e il finale.

Dopo il giro del palo che vede rallentamenti notevoli e qualche intoppo, con il rosa che si incastra sulla poppa del canarin, la gara riprende a seconda per lo scatto finale che vedrà il celeste di Tagliapietra-Zane (4°) spuntarla sul rosa di DeiRossi-Curto (5°) e il bianco di Mao e Ardit (1°) superare dopo una lotta serrata il viola di Schiavon ragazzi (2°), mentre al 3° posto, rimasto piu defilato,  si piazza il canarin di Tosi-Ragazzi.

Dal loro ritorno, questa è la prima regata in cui Mao e Ardit sono sembrate attaccabili, messe in difficoltà dalla classe di Schiavon e Scarpa, hanno saputo reagire di potenza, ma è certo che alla Storica si prospetta una sfida avvincente in cui nulla ancora è scontato…Staremo a vedere.

Questo l’ordine d’arrivo completo:

  1. Mao – Ardit (bianco)

  2. Schiavon – Scarpa (viola)

  3. Tosi – Ragazzi (canarin)

  4. Tagliapietra – Zane (celeste)

  5. Dei Rossi – Curto (rosa)

  6. Busato – Catanzaro (rosso)

  7. Davanzo – Caporal (marron)

  8. Costantini – Amadi (verde)

  9. Costantini – Costantini (arancio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *