IMG_8733

REGATA DI MALAMOCCO 2017: MAO E ARDIT TORNANO A VINCERE

Un lungo scatto vincente per la coppia di regine in testa dall’inizio alla fine della gara.

La regata di malamocco è inserita nel contesto della festa  della Madonna marina.

Alcune note sulla storia della festa tratte dal sito del comitato dei festeggiamenti: http://www.associazionefesteggiamentimalamocco.it/#madonnamarina

La venerazione della Madonna di Marina ha origini lontane che si perdono nella leggenda: un malamocchino, tale Felice Dario, avrebbe trovato lungo la battigia un tronco che portò a casa per farne legna da ardere. Per tre volte il tronco scomparve e per tre volte egli lo rinvenne nel luogo originario, fino a quando dallo stesso apparve l’immagine della Vergine. Fu così che dal lontano 1300 circa si ricorda il miracolo della Madonna “del zocco”, detta poi “Madonna di Marina”. Questa la storia. il programma della festa è ricco di eventi culturali, sportivi e religiosi che prendono vita tra i festeggiamenti e gli stand gastronomici!

La cronaca della regata:

Un campo di gara aperto, una regata relativamente corta (dura meno di 30 minuti ) condizioni che danno la possibilità alle regatanti di esprimere il loro potenziale sulla cavata e di combattere fino all’arrivo.

Il vento scirocco di stagione soffia deciso, e quando le regatanti si posizionano al cordino è il momento che precede il giro dell’acqua. In questa particolare condizione le correnti sono più difficili da interpretare e l’acqua può essere maggiormente influenzata dalla conformazione del fondale rispetto a quando ha già ripreso il suo corso deciso dopo aver girato verso.

Alla partenza le mascarete sotto terra e centrali sono partite con l’acqua ancora leggermente a seconda mentre i numeri più esterni hanno trovato l’acqua più ferma. Il vento alle provine.

IMG_8739

Il rosa con il 4° numero d’acqua vola in partenza e fa subito testa, sono le regine Mao e Ardit la proa della loro mascareta balza in avanti velocissima in cavata, segna il percorso e mantiene la testa per tutta la regata a ndando a vincere la bandiera Rossa. Parte molto bene in scatto anche il viola di Costantini e Curto che con il numero d’acqua 2 riescono ad avvicinare la poppa del rosa e a restare saldamente in seconda posizione fino all’arrivo conquistando la bandiera Bianca.

Partite con numeri più esterni, fortissimi gli equipaggi del celeste: Dei Rossi – Scarpa e del marron Costantini – Costantini. combattono in una prima fase per la terza e quarta posizione poi l’abilissima coppia di buranelle sul marron si avvantaggia e riesce a girare in terza posizione incominciando una serie di attacchi al viola che durano fino alla fine della regata, nessuno molla un colpo e le tenaci buranelle chiudono la gara conquistando in altra bella bandiera verde

Bandiera blu per dei Dei rossi e Scarpa alla loro terza regata insieme e sempre in bandiera.

Una bella gara anche quella del rosso di Tagliapietra e D’aloja, una barca in crescita alla loro prima stagione insieme. Partono bene con il numero d’acqua 1 e poi combattono con il celeste per prendere la popa del marron.

Un clima di sportività, i complimenti tra le bandierate, una bella gara conclusa sul palco. Le bandiere e le medaglie d’oro sono state consegnate dal delegato alle tradizioni Giovanni Giusto.

Complimenti a tutte le partecipanti!

La classifica finale:

1° Ardit – Mao

2° Costantini – Curto

3° Costantini – Costantini

4° Dei Rossi – Scarpa

5° Tagliapietra – D’aloja

6° Davanzo – Caporal

7° Cimarosto – Montin

8° Favaretto – Filippi

9° Busetto – Memo


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *