Archivi tag: regata di murano

Regata di Murano 2018 Elisa Costantini si conferma

ELISA COSTANTINI VINCE LA REGATA DI MURANO 2018

Domenica 1 luglio 2018  alle 17:45  il tradizionale sparo ha dato il via alla  regata delle campionesse su pupparini a un remo . La regata a un remo è la gara più difficile e tecnica  perché per vincere murano bisogna essere poppieri e provieri allo stesso tempo,  oltre alla potenza  e alla tenacia , qualità del provier,  è anche necessario saper interpretare vento e corrente  per scegliere il giusto percorso . Per questi motivi la regata di Murano è nel mondo della voga veneta l’unica che  eguaglia il prestigio della più conosciuta regata storica .

La regata è tecnica a partire dalla barca utilizzata , il pupparino  é Infatti  una barca che va vogata con una “stalita ” particolare, la seconda fase della remata la stalita appunto deve essere effettuata in maniera da non frenare la barca ma al contempo deve essere sufficientemente forte da riuscire a tenere la direzione di marcia, si tratta di un gesto  complesso in cui non tutte le poppiere sono abili, per questo solo le migliori si cimentano in questa gara.

è una gara che richiede una lunga preparazione per trovare l’impostazione giusta,  il rapporto tra  la posizione della forcola la flessibilità del remo e lo stile del vogatore , ci sono dei parametri ma non esiste uno standard la voga veneta è fatta di legno , sudore e pennole . la preparazione di un anno si gioca in 30 minuti di gara per questo In questa regata è molto importate la concetrazione delle atlete basta un errore e si perdono metri preziosi difficili da recuperare

LA CRONACA DELLA GARA

La regata è partita in orario con vento di scirocco sostenuto,  cavata a “seconda ”  ovvero a favore di corrente, i numeri migliori fino al 5 ,  la fortuna è una componente  della voga veneta e il rituale discorso degli atleti con i giudici su come posizionare il cordino di partenza raramente riesce a compensare il vantaggiio o svantaggio potenziale creato dall’acqua .

I tre equipaggi favoriti fanno subito testa , si tratta di  Elisa Costantini sul verde partita con il 3 , vincitrice della scorsa edizione ; Luisella Schiavon sull’arancio  Regina del remo e di Murano viste le 14 vittorie in questa regata  , partita con il 6 ; di Magda Tagliapietra sul canarin  partita con il 2 che aveva conseguito un ottimo secondo posto nella scorsa edizione giovane e fortissima regatante buranella. Subito  dietro viene fuori il rosso di Nausicaa Cimarosto, partita con il 5  Nausicaa non era tra le favorite ma la bella selezione a cronometro poteva far pensare a un buon piazzamento per questa atleta  risultato che non si è fatto attendere Nausicaa con una bella vogata “portata e viva” allontana il gruppo delle avversarie della coda della regata  mantenendo fino all’arrivo la quarta posizione . Dalla  prima fase della gara Elisa Costantini è in testa, stacca le avversarie con una vogata potente , lunga ed elegante una vogata da vera fuoriclasse e subito guadagna una buona barca di vantaggio su Magda Tagliapietra , compagna di remiera e amica che la segue potente e grintosa e che  girerà seconda il palo tallonata da Luisella che gira invece in  terza posizione . Dopo il giro del palo l’acqua è a contraria ma  si può premere  di più e portare lunga la vogata cosi Luisella  mette in gioco l’esperineza  allunga la passata in acqua  riuscendo a superare il canarin di Magda Tagliapietra . Le posizioni rimango invariate fino all’arrivo . Elisa costantini “La Miss”  conquista il pubblico sulle rive e taglia per prima il traguardo , calorosissimi gli applausi anche per Luisella che ha gareggiato nella sua isola , entusiasmo per Magda che conquista una bella badiera verde e per Nausicaa prima bandiera a Murano per lei.

A causa delle particolari condizioni di marea e vento la regata è stata molto veloce meno di 30 minuti , ricordo che rispetto all’imagine del percorso oggi le regate terminano al pontone non viene effettuato il secondo giro del palo.

Complimenti  a tutte le partecipanti !

LA CLASSIFICA

1 ) Elisa Constantini 2) Luisella Schiavon 3) Magda Tagliapietra 4)Nausicaa Cimarosto 5) Luigina Davanzo  6) Sofia D’aloja7)Giulia Tagliapietra 8)Elisabetta Nordio 9) Elena Almansi

Tanti tifosi alla Regata di Murano

Come da tradizione la prima domenica di Luglio, in un bel pomeriggio ventoso si è disputata la regata di Murano. Una regata mai semplice che in questa edizione ha visto trionfare Rudy Vignotto tra i Campioni, Luisella Schiavon nella regata delle Campionesse e Nicolò Trabuio nella gara dei giovanissimi. La regata di Murano è l’unica regata del calendario comunale in cui gli atleti si confrontano nella tecnica a un remo, una specialità in cui per primeggiare alla preparazione atletica si devono affiancare elevate capacità tecniche e conoscenza dell’acqua e del vento, motivi per cui questa gara viene considerata dagli appassionati di voga la più prestigiosa insieme alla Regata Storica.

Quest’anno il pubblico non è mancato e la “Flotta” di barchini al seguito della Regata è stato numeroso. Al termine della competizione dei Campioni l’immagine del Canal Grande di Murano si avvicinava a quelle delle cartoline storiche dei “tempi d’oro”, la “fotografia” di oggi ritrae quella che è ancora una grande festa di tradizione del remo con I tifosi che hanno circondato le gondole all’arrivo, in un atmosfera animata dai commenti a caldo e dai festeggiamenti.

Novità di quest’anno, le premiazioni si sono tenute all’interno del giardino della Chiesa di San Pietro Martire, dove ogni anno si svolge la tradizionale “Festa Campestre” organizzata dall’associazione “noi”. A premiare i bandierati sul podio a 4 gradini sponsorizzato dal ristorante “Al graspo de Ua” l’assessore allo Sport e Tutela delle Tradizioni Roberto Panciera che ha consegnato le ambite bandiere di fronte a un folto pubblico di appassionati di voga e partecipanti alla festa che, interessati dalla novità hanno applaudito gli atleti.

L’associazione Regatanti sottolinea a tal proposito che l’iniziativa di creare un epilogo alle regate, spostando le premiazioni nel contesto e nel cuore delle feste locali, è una importante opportunità per ricreare un rapporto fra il territorio e le regate e ridestare l’interesse del pubblico per la tradizione remiera. In tal senso si ribadisce che è un preciso dovere dei regatanti partecipare a questi eventi nella consapevolezza che la propria presenza rappresenta un contributo indispensabile per il rilancio della voga. Dispiace infatti che a fronte di un incremento della presenza di pubblico dovuto proprio a iniziative di questo tipo, corrisponda il disinteresse e la non partecipazione di alcuni regatanti, che appena finita la regata preferiscono andarsene senza assistere alle premiazioni. Chi tiene questo tipo di comportamento, non si lamenti in futuro per il declino di interesse attorno alla voga.

Senza contare che chi non è venuto alle premiazioni si è perso anche un bel piatto di “costesine e poenta” che l’organizzazione della festa in accordo con l’Ass.Regatanti ha offerto a tutti i partecipanti alla regata.

GUARDA IL VIDEO DELLE PREMIAZIONI