Archivi tag: regata di sant’erasmo 2017

REGATA DI S ERASMO 2017: VINCONO MAO E ARDIT

Celebrati quarant’anni di regate femminili.

Il 2 giugno é la festa della Repubblica ma nell’isola di Sant’Erasmo é anche la festa del Santo Patrono e tutti gli anni gli isolani organizzano una sagra per valorizzare e far conoscere i prodotti locali. Un rito che si ripete in questa piccola isola da sempre considerata l’orto di Venezia, rinomata tanto per i prelibati carciofi quanto per la sua tradizione remiera !!

Quest’anno per celebrare il quarantesimo anniversario dall’istituzione delle regate femminili a Sant’erasmo, il comitato organizzatore ha voluto invitare alla festa anche le regatanti che parteciparono a quella prima regata svolta nel 1977, fra cui la vincitrice dell’epoca: Pina Carrara. Per simboleggiare il passaggio del testimone alle generazioni future, sfilando in mascareta, le veterane hanno vogato formando un equipaggio composto anche da una bambina dell’isola, nell’auspicio che le nuove generazioni sapranno raccogliere l’eredità di una tradizione remiera che è lo spirito autentico e vivo di questi luoghi.

E come non citare Benito Vignotto che di quella prima edizione del’77 fu il promotore e la organizzò con lo scopo preciso di favorire la formazione di equipaggi femminili. La regata fu un successo e spianò la strada, in quello stesso anno, al ritorno delle donne anche in Regata Storica.

Il percorso:

Quello di Sant’Erasmo é una campo di gara particolare, si potrebbe definire una “regata cross” la gara si struttura infatti in varie fasi: la partenza in canalone, dove il numero d’acqua può fare la differenza, a cui segue una lunga cavata praticamente fino al giro del palo. Poi il ritorno ancora per un tratto in acque larghe fino all’ingresso nel lungo, stretto e tortuoso canale di sant’Erasmo dove é difficile che avvengano sorpassi, ed infine lo scatto conclusivo dopo una seconda boa da girare. Un percorso particolarmente variegato e impegnativo in una delle zone piu suggestive della laguna nord.

erasmo2017 (1)

La cronaca della gara:

La partenza “a seconda” avvantaggia i numeri d’acqua centrali molto veloci, Mao e Ardit col viola si posizionano subito alla testa della gara seguite dal rosso, veloce e scattante, di Debora Scarpa e Veronica Dei Rossi. Terzo quasi da subito, il bianco di Elena ed Elisa Costantini, mentre l’arancio di Schiavon e Vignotto partito “in busa” viene avanti ugualmente bene, al momento giusto trova lo spazio e quando si crea la fila per il giro del palo si infila nella quarta posizione.

Girato il palo senza intoppi le prime tre imbarcazioni vanno via, staccando l’arancio che riesce a sventare tutti gli attacchi del celeste e del rosa che continuano a cercare di insidiare la quarta posizione dandosi a loro volta reciproca battaglia, mentre più indietro restano il verde il canarin e il marron.

L’ingresso in canale di Sant’Erasmo avviene senza stravolgimenti in classifica con le tre barche di testa che mantengono le posizioni, l’arancio quarto col rosa e il celeste alle calcagna piu staccati gli altri equipaggi che superata la baracca sono ormai incolonnati per l ingresso in canaleta.

Fra le curve nello stretto canale che conduce al paese, vani sono i tentativi di attacco e le posizioni non cambiano fino a quando le mascarete arrivano in prossimità del secondo giro del palo.

La regata sembra ormai delineata ma c’è tempo per un ultimo colpo di scena. Infatti quando qli equipaggi ancora in lotta per le posizioni giungono nella zona dove di solito viene collocata la boa che indica il “giro del palo” scoprono che la boa non c’è (si saprà solo dopo che la boa era finita alla deriva e recuperata chi sa dove da un barchino ).

Sono attimi di sgomento…cosa si fa?! Anche la giuria é presa alla sprovvista, arancio celeste e rosa quasi si fermano in attesa di indicazioni e alla fine arriva lo strillo dei giudici: si gira la bricola!! E indicano…quella la! Avanti! Si allunga il percorso!

Nell’impasse generale le tre barche di testa ormai troppo avvantaggiate rispetto alle inseguitrici se ne vanno via senza intoppi, mentre dietro il gruppo si ricompatta a causa del rallentamento inaspettato, ma in qualche modo tutti ripartono e riescono a girare la bricola a posizioni piu o meno invariate. Un ultimo sforzo mentre si sente sempre piu forte la musica della banda piazzata all’arrivo. Ed è finita!

IMG-20170603-WA0000

Prime Mao e Ardit che archiviano in scioltezza una nuova vittoria, seconde scattanti e contente Veronica Dei Rossi e Debora Scarpa che per l’occasione si è tinta i capelli di un rosso acceso come il colore della sua mascareta, terze le due Costantini Elena ed Elisa già vincitrici della della scorsa regata della Sensa, che tagliano il traguardo con una bella vogata elegante, quarte Luisella Schiavon e Lara Vignotto di nuovo in bandiera blu, sostenute dal tifo di tutta l’isola che è patria di papà Rudy, noto campione dei gondolini.

erasmo2017 (2)

l’ordine d’arrivo completo:

  • 1° Viola:           Anna Mao – Romina Ardit
  • 2° Rosso:         Veronica Dei Rossi – Debora Scarpa
  • 3° Bianco:       Elena Costantini – Elisa Costantini
  • 4° Arancio:     Schiavon – Lara Vignotto
  • 5° Celeste:      Magda Tagliapietra – Sofia D’Aloja
  • 6° Rosa:            Francesca Costantini – Chiara Curto
  • 7° Verde:         Elena Almansi – Romina Catanzaro
  • 8° Marron:     Nausicaa Cimarosto – Cristina Montin
  • 9° Canarin:    Luigina davanzo – Jane Caporal

erasmo2017 (3)

Complimenti a tutte le partecipanti !!